Sorrisi al cielo

Sorrisi che arrivano pedalando senza meta;
Sempre più vicini fino a tagliare l’ aria  con una felicità sincera;
Arrivano e passano veloci rilasciando energia vitale;
Diventano subito passato senza un ricordo estetico, solo una coinvolgente leggerezza, solo sorrisi regalati al cielo

Annunci

Milano ciclope

Milano d’estate è come un ciclope ferito all’occhio.
Le sue enormi membra sono innocue, il suo corpo è inerme e mite.
Il gigante non vede le sue prede, la città è deserta.
I suoi movimenti sono rallentati, l’afa è opprimente.
Il caldo torrido rende il terreno soffice, i suoi passi non possono far rumore.
Il ciclope guarirà alla prima pioggia di fine estate.

30 settembre 2009

Sorrisi forzati e occhi lucidi,
abbracci affettuosi e sguardi sinceri,
colleghi per ora ma amici per sempre,
brevi parole sussurrate all’orecchio o lunghe parole digitali,
parole gentili e parole dure ma sempre parole sincere,
parole inaspettate e silenzi scontati,
arrivederci speranzosi e addii sperati.

Segni indelebili dentro di me.

Fonte di energia

Una fonte non sempre infinita, una fonte di energia.

Energia di vita, forza di amare e desiderare.

Acqua che sgorga con impeto e travolge gli ostacoli della vita.

Energia che si incunea tra asperità e fa sembrare piccole le rocce.

Acqua che arriva in pianura più sapiente e cerca gli spazi giusti per poter arrivare al mare

Giovani vecchie

Grandi occhiali per nascondere nuove rughe.

Troppo trucco per nascondere vecchie rughe.

Una maschera grande in un corpo minuto.

Godi della maschera per nascondere un’ età non accettata e una mente non allenata.

Nella festa della mamma la patetica maschera si scioglie concedendo la mano al bimbo vivace.

Jeans stretti

Sei bionda con lineamenti duri, da disegnare.

Le tue labbra socchiuse e carnose, da baciare.

Il tuo naso  irregolare, lo immagino su di me. Dentro di me.

Sei fasciata in jeans stretti, da toccare.

Da spogliare.

Sesso.