Milano ciclope

Milano d’estate è come un ciclope ferito all’occhio.
Le sue enormi membra sono innocue, il suo corpo è inerme e mite.
Il gigante non vede le sue prede, la città è deserta.
I suoi movimenti sono rallentati, l’afa è opprimente.
Il caldo torrido rende il terreno soffice, i suoi passi non possono far rumore.
Il ciclope guarirà alla prima pioggia di fine estate.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...