Ferraris

Man mano che mi avvicino cresce il rumore come cresce il fermento dentro di me.

Voci confuse che rimpiono la mia testa.

Il passo si fa automaticamente più veloce, quasi frenetico fino poi a fermarsi davanti al muro umano.

Un’ attesa impaziente prima di liberare la voce.

Fino a cantare per lei, per me, per noi.

Facce note, abbracci sinceri dopo ogni gioia.

Sguardi tesi per ogni apnea.

Parole di circostanza come cerotti per le ferite.

Nel bene e nel male sempre il cuore pieno di colori, come il nostro cielo blu.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...